La riduzione della ginecomastia

LA RIDUZIONE DELLE MAMMELLE MASCHILI, CIOÈ LA RIMOZIONE DELLA GINECOMASTIA

La riduzione della ginecomastia - prima e dopo l'intervento

Le mammelle maschili possono essere notevolmente ingrandite e per questo rappresentare per un uomo un serio problema estetico e psicologico. Ci sono due modi in cui ingrandisono le mammelle maschili:
In conseguenza dell'ingrandimeno benigno del tessuto ghiandolare sulle mammelle maschili per la prevalenza dell'ormone femminile (estrogeno) nell'età adolescente.
In conseguenza dell'accumulo del tessuto grasso sulle mammelle maschili. Il risultato di tutti e due gli accumuli del tessuto è che le mammelle maschili sembrano essere come quelle femminili e sono notevolmente ingrandite.
In tutti e due i casi è possibile rimuovere gli accumuli sia ghiandolari (quando si tratta della ginecomastia) che quelli del tessuto grasso.
Prima dell'operazione il paziente è indirizzato a sottoporsi al trattamento endocrino e appena allora è possibile rimuovere gli accumuli eccessivi del tessuto dalle mammelle maschili.
Il taglio chirurgico viene eseguito all'orlo del capezzolo e il tessuto ghiandolare e grasso viene estratto per questo piccolo taglio che, una volta suturato, risulta completamente invisibile.
In occasione dell'intervento operatorio estetico possono essere ridotti anche i capezzoli delle mammelle maschili, nel caso che siano troppo grandi.
Questa operazione estetica viene eseguita nell'anestesia generale guidata nel nostro studio da un espertissimo medico anestesiologo.
Il risultato estetico di questo intervento operatorio è sempre eccezionalmente buono e il taglio operatorio risulta invisibile.

Consigli utili per i nostri pazienti

Regalate la vostra fiducia all'équipe di chirurgi esperti sotto la guida del dott. Toncic
La riduzione della ginecomastia