Rinoplastica - chirurgia estetica del naso

La rinoplastica è l'intervento estetico con il quale creiamo l'aspetto molto più bello ed elegante del naso. La forma e la grandezza del naso si adattano alle proporzioni del viso ed esso assume l'aspetto più armonioso e raffinato. Nel caso della respirazione più difficile al naso, oltre alla correzione estetica facciamo anche l'operazione funzionale del naso i.e. la settoplastica.

Rinoplastica - prima e dopo l'intervento

Con più di 5000 rinoplastiche condotte con successo e lo stesso numero dei pazienti alle loro spalle, il dott. Rajko e il dott. Dinko Toncic affermano con piena responsabilità:

''Quasi ogni naso esteticamente imperfetto si può rendere più bello, rendendo l'aspetto del viso più armonioso “.

I METODI TESTATI E PERFEZIONATI DELL'OPERAZIONE DEL NASO

Le capacità raffinate dei nostri chirurghi permettono la creazione del naso più elegante, dall'aspetto naturale, in armonia con il resto del vostro viso. L'attento ascolto dei vostri desideri e il conoscimento di diversi metodi d'operazione ci permettono l'ottenimento dei risultati ottimali per ogni caso individuale.

Il dott. Rajko e il dott. Dinko Toncic hanno perfezionato i metodi moderni di rinoplastica, sviluppato anche alcuni nuovi e li hanno adattati alle necessità individuali di ogni paziente. Nell'ambito del nostro policlinico facciamo con successo i seguenti interventi al naso: 

Un altro metodo con il quale abbiamo raggiunto l'apice della chirurgia estetica moderna e il quale noi stessi abbiamo migliorato è il sollevamento della punta del naso cadente ovvero collassato con l'inserimento di un impianto di cartilagine prelevata dal padiglione auricolare.

C'è un numero relativamente grande di persone che si lamentano della punta del naso cadente. Si tratta di un'irregolarità che può rovinare l'aspetto estetico del naso e dove l'angolo tra la punta del naso e il labbro superiore è troppo acuto. Questo tipo di irregolarità può essere naturale oppure la conseguenza di un intervento chirurgico estetico o funzionale effettuato in modo inadeguato.

Per fissare la punta del naso, sostenerla e poi raggiungere l'altezza desiderata, ci vuole un sostegno alla base del naso per poter sollevare la punta. Da molti anni si usavano come sostegno materiali artificiali come silicone o medpor, i quali, a causa di numerosi difetti, non sono accettabili.

Uno dei pochi metodi sicuri che oggi abbiamo a disposizione per la correzione della punta del naso cadente è l'inserimento di un impianto di cartilagine prelevata dal padiglione auricolare. Si tratta di un piccolo intervento, eppure molto impegnativo per il chirurgo, che spesso viene combinato con altre tecniche di rinoplastica. In questo intervento, la cartilagine prelevata dal padiglione auricolare viene rimodellata e inserita nella base del naso, come sostegno alla punta.

Sul padiglione auricolare rimane una minima cicatrice dietro l'orecchio, quindi non percepibile. Dopo il periodo di convalescenza, sul padiglione auricolare non c'è più nessuna traccia dell'intervento. Il padiglione auricolare conserva la sua vecchia forma di prima dell'operazione perché la cartilagine viene prelevata dall'area dove non si percepisce la mancanza e la quale non è rilevante per l'aspetto del padiglione auricolare.

Non ci sono cicatrici nemmeno sul naso oppure sono nascosti all'interno del naso.

Oggi, il numero degli interventi estetici e funzionali al naso è cresciuto rispetto al passato, così come il numero dei chirurgi che eseguono queste operazioni. Perciò sono sempre più frequenti le correzioni del naso non riuscite o parzialmente riuscite, effettuate spesso dai chirurgi con poca esperienza oppure non strettamente specializzati in questo campo e dai chirurgi che non lo praticano regolarmente.

Perciò durante tutti questi anni abbiamo avuto l'opportunità di specializzarci nel campo delle cosiddette rinoplastiche di revisione, cioè le rioperazioni del naso.

La rioperazione del naso oppure la rinoplastica di revisione sono i termini che vengono utilizzati per la correzione di un naso già operato in precedenza. Si tratta degli interventi tecnicamente molto più impegnativi dei primi interventi al naso e richiedono una grande esperienza e un'abbondante scelta di vari metodi.

Noi abbiamo una grande esperienza in rinoplastica di revisione e possiamo valutare con sicurezza le possibilità e le aspettative realistiche nel caso concreto.

Uno degli interventi che vengono praticati con molto successo già da anni presso la nostra clinica sotto la guida del dott. Rajko Toncic è la correzione del cosiddetto „naso etnico“. Nella maggior parte dei casi si tratta dei pazienti di razza nera o di origine asiatica che hanno una particolare anatomia del naso: la parte ossea meno espressa, la punta cadente e molto morbida e le narici larghe.

La punta cadente o morbida è un'irregolarità che può deteriorare l'aspetto estetico del naso. In questi casi l'angolo tra la punta del naso e il labbro superiore è acuto. La punta è collassata e morbida e senza naturale sostegno cartilagineo.

Per fissare la punta del naso, sostenerla e poi raggiungere l'altezza desiderata, ci vuole un sostegno alla base del naso per poter sollevare e fissare la punta. Da molti anni si usavano come sostegno materiali artificiali come silicone o medpor, i quali, a causa di numerosi difetti, non sono accettabili.

Uno dei pochi metodi sicuri che oggi abbiamo a disposizione per la correzione della punta del naso cadente è l'inserimento di un impianto di cartilagine prelevata dal padiglione auricolare. Si tratta di un piccolo intervento, eppure molto impegnativo per il chirurgo, che spesso viene combinato con altre tecniche di rinoplastica. In questo intervento, la cartilagine prelevata dal padiglione auricolare viene rimodellata e impiantata nella base del naso, come sostegno alla punta.

Sul padiglione auricolare rimane una minima cicatrice dietro l'orecchio, quindi non percepibile. Dopo il periodo di convalescenza, sul padiglione auricolare non c'è più nessuna traccia dell'intervento. Il padiglione auricolare conserva la sua vecchia forma di prima dell'operazione perché la cartilagine viene prelevata dall'area dove non si percepisce la mancanza e la quale non è rilevante per l'aspetto del padiglione auricolare. A parte la punta del naso cadente e morbida, tali pazienti hanno la parte ossea del naso meno espressa – cosiddetta rino-lordosi, il che spesso rappresenta un gran difetto per loro. Perciò tale naso viene ingrandito, cioè la parte ossea mancante viene sostituita.

La parte ossea mancante nella maggior parte dei casi viene compensata con un impianto osseo prelevato dal bacino. L'impianto viene rimodellato secondo le necessità e inserito nella zona ossea del naso dove sostituisce la mancanza ossea congenita. Nella zona da cui viene prelevato l'impianto osseo rimane una minima cicatrice.

Si tratta di un'operazione tecnicamente impegnativa per il chirurgo, ma viene considerata un intervento minore. Con tale procedimento risolviamo il problema della parte ossea del naso meno sviluppata (rino-lordosi), presente nei pazienti di razza nera o gialla, mentre nei pazienti di razza bianca è meno frequente.

Nell'ambito dell'operazione del cosiddetto „naso etnico“, i pazienti che hanno la base del naso più larga, cioè le narici larghe, particolarmente i pazienti di razza nera spesso vogliono le narici più sottili. Questo difetto viene eliminato con un metodo relativamente semplice che spesso viene combinato con altre tecniche di rinoplastica.

Tutti questi metodi sopra menzionati vengono combinati in un gran numero di casi, il che ci rende possibile creare un naso bello e regolare, in armonia con le proporzioni del viso.

Possiamo dire che la correzione del „naso etnico“ è ancora uno degli interventi che già da molti anni vengono effettuati con successo nella nostra clinica.

Molti pazienti soffrono da anni per l'aspetto e la funzione deteriorata del naso, causati dagli incidenti. La correzione dei nasi feriti, da pugile o rotti viene considerata uno degli interventi al naso più impegnativi, il che per noi rappresenta la maggior sfida.

Il dott. Toncic e la sua équipe chirurgica hanno una vasta esperienza anche in questo campo chirurgico. Ci incontriamo spesso con nasi storti, setti nasali rotti, punte del naso cadenti e molteplici fratture delle ossa nasali.

Nel correggere tali deformazioni di solito applichiamo la combinazione dei metodi di base con le correzioni del setto nasale o gli inserimenti di cartilagine dell'orecchio per sollevare la punta del naso. In ogni caso, si tratta di interventi molto complessi che rappresentano l'apice della chirurgia del naso e richiedono una grande abilità e competenza chirurgica.

Un minore numero di pazienti ha la parte ossea meno sviluppata, cosiddetta rino-lordosi, il che per loro spesso rappresenta un gran difetto. Perciò tale naso viene ingrandito, cioè la parte ossea mancante viene sostituita.

La parte ossea mancante nella maggior parte dei casi viene compensata con un impianto osseo prelevato dal bacino. L'impianto viene rimodellato secondo le necessità e inserito nella zona ossea del naso dove sostituisce la mancanza ossea congenita. Nella zona da cui viene prelevato l'impianto osseo rimane una minima cicatrice.

Si tratta di un'operazione tecnicamente impegnativa per il chirurgo, ma viene considerata un intervento minore. Con tale procedimento risolviamo il problema della parte ossea del naso meno sviluppata (rino-lordosi).

RESPIRAZIONE NASALE DIFFICOLTOSA

L'operazione del setto nasale è uno dei segmenti molto importanti della chirurgia del naso. Prima di tutto si deve verificare se l'operazione del setto è necessaria. Questo intervento viene eseguito per due ragioni.

La prima è la respirazione nasale difficoltosa, causata dalla deviazione del setto nasale. In quest'occasione vorremmo sottolineare che non esiste un setto nasale perfettamente dritto. Durante l'esame obiettivo preoperatorio si deve verificare se la deviazione del setto è così grande da chiudere troppo le cavità nasali eppure no. Se la deviazione non è grande, la causa della respirazione difficoltosa risiede in un altra malattia, per esempio allergia o rinite non allergica. In questi casi, l'operazione del naso non risolverà il problema principale, cioè la respirazione nasale difficoltosa.

RINO-SCOLIOSI (NASO STORTO, SPOSTATO VERSO UN LATO)

La seconda ragione per l'operazione del setto nasale è la chirurgia estetica del naso. Se il naso è posizionato asimmetricamente sul viso, cioè se non occupa una posizione centrale, ma „si sposta“ verso un lato, la causa più frequente di tale deformazione è il setto nasale deviato e deformato che „tira“ tutto il naso da un lato.

Per riportare il naso nella posizione centrale, insieme all'operazione estetica del naso, di solito ci vuole anche lo spostamento del setto nasale. In questi casi combiniamo l'operazione standard del naso e la correzione del setto nasale.

LE DUE PRINCIPALI TECNICHE DELL'OPERAZIONE DEL NASO 

Ci sono due approcci principali all'operazione del naso, l'approccio chiuso e l'approccio aperto.

  • TECNICA CHIUSA – SENZA CICATRICI VISIBILI

Durante la tecnica chiusa, l'incisione chirurgica viene effettuata dalla parte interiore del naso (dentro le narici) e dopo l'intervento non ci sono cicatrici visibili dalla parte esterna del naso. Questa tecnica viene usata al più spesso per l'eliminazione della gobba del naso, il restringimento del naso, la diminuzione del naso e la correzione del setto nasale, nonché per l'eliminazione di tante altre deformità.

I vantaggi della tecnica chiusa: non ci sono cicatrici visibili dalla parte esterna del naso, la ripresa è più veloce, il gonfiore scompare più rapidamente

  • TECNICA APERTA – PRIMARIAMENTE PER LA CORREZIONE DELLA PUNTA DEL NASO

Quando si lavora con la tecnica aperta, l'operazione si effettua tramite un piccolo taglio sulla columella, la parte inferiore del setto nasale. L'incisione cicatrizza velocemente, e viene suturata secondo i principi di chirurgia estetica, con la cicatrice minima, quasi invisibile. La caratteristica importante del approccio aperto è che nella zona della punta del naso separiamo la cute dalla cartilagine sottostante.

I vantaggi di questo metodo: Rende possibile la migliore visione delle strutture cartilaginee nell'area della punta del naso, specialmente quando si tratta dell'intervento di ricostruzione o di una correzione complessa della punta del naso.

Già da anni il metodo aperto e chiuso di rinoplastica sono accettati come gli standard nella chirurgia estetica del naso. La scelta del metodo dipende piuttosto dalla valutazione dei (nostri) chirurghi nel caso individuale.

Questi due metodi di base possono anche essere combinati con le altre tecniche che ci permettono di risolvere con successo tutta una serie di diverse deformità e anomalie nella zona del naso.

COME POSSIAMO RIMODELLARE IL VOSTRO NASO?

Per sapere cosa si può fare nel vostro caso individuale, rivolgetevi pure a noi e mandateci le foto del viso, o venite a fare una visita nella nostra clinica. Durante la visita preoperatoria e le consultazioni ascolteremo con attenzione i vostri desideri. In base all’estimazione professionale, vi spiegheremo cosa si può fare nel vostro caso, scegliendo il metodo chirurgico più adatto.

DOMANDE E RISPOSTE FREQUENTI:

Il prezzo dell'operazione del naso viene definito in occasione della visita e delle consultazioni con i nostri chirurghi estetici. Il prezzo viene definito in base all'indicazione fatta e il volume dell'intervento stesso. È importante ribadire che il prezzo dell'operazione del naso nel nostro policlinico comprende l'anestesia, tutti i controlli postoperatori e l'eliminazione di tamponi e archetti. Il prezzo della rinoplastica standard è sempre più basso del prezzo della rinoplastica di revisione o dell'intervento ricostruttivo del naso.

La correzione estetica del naso viene effettuata in anestesia locale potenziata (con sedazione), il che significa che oltre all'anestesia locale il paziente riceve anche un leggero sonnifero. Dunque, durante l'intervento il paziente dorme e l'intervento è indolore.

Se necessario, quest’operazione viene anche eseguita in anestesia generale.

La degenza del paziente nel policlinico è all’incirca 5 ore: la preparazione preoperatoria dura un’ora, l'operazione stessa all'incirca 60 minuti, dipendentemente dal volume di lavoro per ogni caso individuale, e il riposo dopo l'intervento da 3 a 4 ore. Il paziente poi viene mandato alle cure domiciliari nella zona di Zagabria.

Per estimare se siete il buon candidato per l'operazione, bisogna fare la visita e le consultazioni. Dopo aver ascoltato con attenzione i vostri desideri e secondo il vostro caso individuale, prendiamo in considerazione le possibilità offerteci dalla chirurgia estetica. Durante la visita definiamo anche il miglior metodo per ottenere il risultato voluto. Se non siete di Zagabria, oltre alla breve descrizione del vostro problema mandateci anche delle foto del viso per l'analisi professionale.  I nostri chirurghi esamineranno con cura le vostre foto. Nel più breve periodo possibile riceverete via e-mail i risultati della nostra analisi, il piano d'intervento, i risultati aspettati e il preventivo informativo comprendente tutti i costi legati all'intervento. 

I pazienti candidati per l'operazione del naso nel Policlinico Dr. Toncic sono maggiori di 16 anni, di buona salute generale, che hanno risposto dettagliatamente alle domande mediche sulla loro salute e sulle loro abitudini. 

Anche se la rinoplastica non è un intervento ampio dal punto di vista chirurgico, richiede dal chirurgo estetico l'educazione eccellente, l'esperienza pluriennale e il senso per l'estetica. Il naso è piuttosto visibile sul viso e contribuisce moltissimo all'aspetto totale. Durante l'operazione bisogna dunque prendere cura che il naso nuovo si inserisca nel totale.

Potete truccarvi sette giorni dopo l'intervento, quando si toglie l’archetto dal naso.

Dopo l'operazione stessa, mettiamo sul naso l’archetto per l’immobilizzazione. Esso rimane sul naso 7 giorni in totale, quanto dura la cicatrizzazione di tutte le strutture nasali. I primi 3-4 giorni dopo l'operazione, nel naso ci sono i tamponi, che prevengono l'emorragia e sostengono la nuova forma del naso dalla parte interiore.

Una settimana a dieci giorni dopo l'operazione, il paziente può tornare alle sue attività giornaliere private e professionali, con l'annotazione che deve evitare gli sforzi fisici più grandi e gli sport a contatto nel periodo di due mesi dopo l'operazione.

Il soggiorno a Zagabria dura da 3 a 7 giorni. Il terzo giorno dopo l'operazione togliamo i tamponi dal naso. L’archetto per l’immobilizzazione rimane sul naso fino all'ottavo giorno dopo l'intervento. Il paziente può viaggiare a casa già il terzo giorno dopo l'operazione, cioè immediatamente dopo aver tolto i tamponi dal naso. Noi comunque raccomandiamo il soggiorno di 8 giorni a Zagabria, perché l'ottavo giorno dopo l'operazione viene tolto l’archetto esterno dal naso e nello stesso tempo si può fare anche il controllo nella nostra clinica.

Consigli utili per i nostri pazienti

Regalate la vostra fiducia all'équipe di chirurgi esperti sotto la guida del dott. Toncic
Rinoplastica - chirurgia estetica del naso